800 638332
Condividi su
Ultima modifica mercoledì 23 gennaio 2019 10:41

Svizzera: paralizzata la legge sulle telecomunicazioni

Non c'è ancora accordo in Svizzera sulla revisione della legge sulle telecomunicazioni.

Da una parte la Commissione del Consiglio Nazionale sostiene l'impianto complessivo del testo del Consiglio degli Stati, ma tiene il punto su alcune differenze.

C'è accordo sulla possibilità di fare modifiche a programmi radiotelevisivi diffusi in differita previo consenso dell'emittente.

Le divisioni riguardano gli altri collegamenti e il risarcimento per il finanziamento degli impianti.

La Commissione chiede al proprietario di tollerare i collegamenti diversi da quelli della sua scelta a patto che gli operatori se ne se sobbarchino i costi. I finanziatori delle installazioni verrebbero indennizzati.

Su questi punti il Consiglio degli Stati non ha ancora preso una decisione nel merito e intanto ha chiesto chiarimenti sulla questione relativa alla neutralità della rete. Inoltre sostiene che i fornitori dei servizi Internet dovrebbero avere un maggior margine di manovra.

Questa differenza di posizioni paralizza momentaneamente la stesura di un testo definitivo.

Chiamaci al numero 800 638332 Scrivici Stampa la paginaStampa la pagina