800 638332
Condividi su
Ultima modifica martedì 03 luglio 2018 16:15

Ecco cosa minaccia la fibra ottica: il suo sviluppo è in pericolo

Navigare più velocemente ed avere dei servizi di telefonia migliori, lo vogliono tutti.

E il progresso tecnologico per sostenere queste innovazioni c'è.

Perché allora, l'Italia si trova nelle ultime posizioni dei paesi Europei per quanto riguarda l'acquisizione di connessione in fibra ottica?

Perché i clienti non si fidano più degli operatori.

E questa è una cosa che può paralizzare il mercato.

Ci sono notizie che plasmano questa sfiducia.

Per esempio l'Antitrust è dovuto ricorrere alla Guardia di Finanza per verificare se ci sia stato un cartello tra i principali player della telefonia.

Il presunto cartello avrebbe la finalità di recuperare il denaro che le compagnie avrebbero perso a causa della tariffazione a 30 giorni invece di 28.

Nel mirino è finito perfino l'associazione di settore, l'Asstel.

Mettiamo che l'accordo ci sia stato: verrebbe comminata una sanzione pecuniaria agli operatori.

Ma il vero problema è quello dell'immagine: i consumatori diventerebbero sempre più diffidenti (e già lo sono) aumentando così le barriere all'acquisto e mettendo di conseguenza in ginocchio il settore.

Sono già capitati episodi spiacevoli come addebiti di disservizi, contratti non rispettati, ecc.

Come si può vendere la fibra ottica ad un consumatore che pensa ci sia una fregatura imminente?

Chiamaci al numero 800 638332 Scrivici Stampa la paginaStampa la pagina