800 638332
Condividi su
Ultima modifica martedì 12 febbraio 2019 09:59

Aziende tlc: o si cambia o si muore

In diverse occasioni abbiamo già sottolineato come la tecnologia 5G stia portando una rivoluzione imponente in ambito telecomunicazioni.

Una rivoluzione alla quale gli operatori tlc non sono ancora pronti.

Il primo elemento di criticità è ravvisabile nell'eccesso di competizione nel settore: i continui ribassi dei prezzi, che erodono considerevolmente i margini, riducono sensibilmente il valore del mercato.

Non a caso, tra il 2012 e il 2018 il valore degli operatori europei è passato da 234 a 133 miliardi di dollari.

Sorridono invece le aziende asiatiche ed americane: le prime sono cresciute del 13% le seconde del 71.

Già questi dati sono sufficienti per mettere in guarda il mercato europeo, ma c'è un altro elemento che potrebbe incrementare il trend appena descritto: il quadro regolatorio.
Questo perché una regolamentazione particolarmente stringente può orientare il mercato in modo decisivo. E l'Europa da questo punto di vista si trova più a rischio, disponendo di un sistema giuridico più complesso.

Diamo qualche numero per comprendere lo scenario: in Europa ci sono oltre 400 operatori, in Usa solo 4 e in Cina 3. Competere con questi big del settore diventa un'impresa proibitiva, anche alla luce del contesto sopracitato.

Talvolta i nostri operatori sono in difficoltà sui singoli mercati nazionali, immaginiamo a livello europeo.

Poi va aperta una parentesi sul modello di business. I soggetti europei percepiscono il mercato come uno spazio nel quale vendere l'accesso alla rete. Rimane molto remota la possibilità di vedere nuovi servizi ed aprire nuovi segmenti.

L'accesso alla rete costa sempre meno e la manutenzione della stessa sempre più. Un dato che traccia scenari facilmente intuibili.

Comprendiamo che se non cambia il modello di business molte società sono costrette a chiudere i battenti.

Inutile riproporre il mantra della relazione con il cliente. Da diverso tempo ci sono degli operatori virtuali che stanno cercando di avere il loro spazio nel mercato.

Se è vero che questo fenomeno è stato ridimensionato diversi anni fa, è vero anche che i tempi sono cambiati ed in una logica di price first, potrebbero tornare in auge con un'offerta e con una gestione del portafoglio clienti più snella.

Cosa accadrà quando si diffonderanno le Sim virtuali e gli operatori avranno a che fare con la concorrenza di Apple, Samsung e Amazon? Porteranno sul mercato dei costi irrisori e il servizio potrà essere erogato da remoto. Altro che punti vendita di quartiere.

Chiamaci al numero 800 638332 Scrivici Stampa la paginaStampa la pagina