800 638332
Condividi su
Ultima modifica venerdì 18 gennaio 2019 15:04

Continua la tensione con Huawei: arrestato un dipendente in Polonia

Non finiscono i sospetti di spionaggio su Huawei. Un cittadino polacco e un dipendente dell'azienda sono stati arrestati in Polonia proprio con questa accusa.

La notizia arriva dall'agenzia polacca Pap, che cita il capo dei servizi segreti, Maciej Wasik.

La tv polacca Tvp ha confermato l'affiliazione tra l'uomo d'affari polacco e il colosso cinese. La stessa ha riportato la notizia di perquisizioni sia nella sede di Huawei, sia nella sede della società di telecomunicazioni Orange.

Dalla sede di Huawei sono stati sequestrati diversi documenti, anche in formato elettronico.

Perquisita anche la casa del direttore vendite, che è laureato in una delle migliori scuole di intelligence della Cina. Ad aumentare i sospetti sul suo ruolo, anche un lavoro da ex dipendente nel consolato cinese a Danzica.

Chiamaci al numero 800 638332 Scrivici Stampa la paginaStampa la pagina